giovedì 9 agosto 2007

L'alicetta ha sempre un suo perché

Non sono scomparsa, solo che con questo caldo ho un pessimo rapporto con i fornelli.

Nel frattempo, un consiglio estivo e veloce, nel caso in cui vi dovesse venire voglia di due alicette panate rapidisssssime. Niente foto, me le sono fulminate all'istante appena pronte.


ingrediente essenziale:
- n. 1 pesciarolo di fiducia

ingredienti:
- alicette (ca 185 g di alici di taglia media non disliscate riempiono giusto-giusto la teglia del fornetto scaldacornetti, quello che avete preso coi punti del Mulino Bianco, sì... proprio quello!
- pangrattato
- olio evo
- erbe e spezie a piacere

Il pesciarolo di fiducia serve a darvi le alicette bbone e soprattutto a decapitarle senza che voi dobbiate guardarle negli occhi.

Ciò detto, buttate le alicette su un piattino e ungetele d'olio evo in modo da fare attaccare bene la panatura.

Per la panatura, scatenate la vostra fantasia e mettete nel pangrattato quello che ve pare e/o che ciavete in casa e che sia compatibile con l'alicetta.

Alcuni suggerimenti:
- pistacchi sbriciolati
- pecorino
- uvetta
- erbette varie, peperoncino, aglio, prezzemolo
- pepe obbligatorio


Ficcate le alicette nello scaldacornetti, apritevi una birretta seria e dopo 4 minuti inizieranno a sprigionare tutti gli aromi che avrete scelto. A questo punto potrete mangiarle rigorosamente con le mani, anche sbragati davanti al PC, tanto non c'è nessuno che vi rompe le palle sull'apparecchiatura!

Ultimo suggerimento: è una ricettina facilefacile, ma non le tenete troppo nel fornetto che si rinsecchiscono.

2 commenti:

stelladisale ha detto...

bentornata tra noi!
mi manca il pesciarolo di fiducia ma questa cosa la voglio provare a fare... con il forno normale per� :-)
ciao

Ste ha detto...

:-)
spero tu abbia la cucina ben aerata allora...

io nei miei venticosi metriquadri potrei morire ad accendere il forno ora